La salita Motta di Orta S.Giulio

Arte e Storia: la Riviera di San Giulio

Millenni di storia, in cui il lago d’Orta è stato protagonista, hanno lasciato in questa terra preziose testimonianze: splendide chiese e luoghi sacri di grande fascino, frammenti di medioevo nelle case, nelle vie, nei palazzi, il lusso di ville e giardini signorili, villaggi montani in cui è ancora intatto il sapore della tradizione.

Per quasi un secolo queste furono le terre della Riviera di San Giulio, un piccolo stato ecclesiastico sorto a seguito di un diploma imperiale sancito a Pavia il 19 febbraio 840: nello storico documento l’imperatore Lotario donava ai vescovi di Novara le terre di Orta, concedendo loro potere amministrativo sull’intera regione.

Signore supremo della Riviera di San Giulio era il Conte-Vescovo di Novara, al quale competeva la definizione delle leggi e la loro esecuzione, nonché la difesa del territorio. Era rappresentato, nella Riviera, da un governatore che esercitava i poteri civili e da un castellano a cui spettava il comando militare della regione e il primo ricorso nelle liti giudiziarie.

Il Conte-Vescovo possedeva una sua residenza a Gozzano (per soggiorni temporanei) ed un’altra al castello dell’isola di San Giulio. Qui si recavano i rappresentanti della Riviera: dal 22 novembre 1417 fu istituito un piccolo senato con compiti amministrativi formato da 18 membri, eletti in proporzione agli abitanti ed al prestigio dei villaggi. Tre provenivano dall’isola, gli altri da Armeno, Vacciago, Lortallo, Crabbia, Bassola, Ameno, Miasino, Carcegna e due da Orta. La riva occidentale del lago, quella fra San Maurizio d’Opaglio e Nonio, disponeva invece di sei rappresentanti.

Il potere dei vescovi sulla Riviera durò fino al 18 luglio 1817, quando il piccolo stato del lago d’Orta venne annesso definitivamente al Regno del Piemonte: cioè quasi mille anni dopo al citato diploma dell’imperatore Lotario.
Un governo, quello dei vescovi sulla Riviera, in genere non troppo pesantemente autoritario e fiscale, tendente a contemperare gli interessi del vescovo e della curia con quelli della popolazione soggetta, la quale diede prova più volte di preferire il vescovo ad altre più oppressive autorità.


Articoli correlati:
Mappa interattiva del lago d'Orta
Perchè scegliere il lago d'Orta


 

 

Scopri la Terra dei Laghi




Al servizio degli Sposi


• Abiti da sposa

Suggerimenti per gli Sposi